Tutto quello che c'è da sapere e altro sulle cripte di Winterfell in 'Game of Thrones'

All'inizio Harry Potter e la Pietra Filosofale , mentre il Ragazzo Sopravvissuto si prepara a entrare nel regno magico per la prima volta da quando era un bambino, il suo accompagnatore Hagrid impartisce un po' di saggezza del mondo magico: la Gringott, il mezzo gigante dice a Harry, è il posto più sicuro al mondo per tutto quello che vuoi tenere al sicuro, tranne forse Hogwarts.

È un sentimento spesso ripetuto in tutta la saga di Harry, poiché le masse cercano conforto di fronte alla morte invadente. Eppure, spoiler: dal momento in cui Hagrid elogia il valore protettivo di queste belle istituzioni, ne consegue la calamità. La Gringott assiste alle effrazioni, al controllo mentale e alla fuga di un drago sputafuoco che rompe il soffitto. Hogwarts, nel frattempo, ospita bestie letali, insegnanti violenti, una miriade di casi di identità rubata, un torneo che porta a mutilazioni e morte, più incidenti aerei di quanti chiunque altro tranne Hermione possa contare, la grande guerra magica e l'omicidio vero e proprio. E quelle sono solo le atrocità che stanno sul retro di una carta della rana di cioccolato!



Il nessun posto più sicuro! il mantra è un mito mascherato da truismo, esposto più e più volte come una dissociazione ridicolmente ingenua dalla realtà intrisa di sangue che si svolge ogni anno nelle sale di Hogwarts. È anche in pericolo di passare il Misnomer Championship Belt questo fine settimana, alle cripte di Winterfell.



Richard Sherman Baker Mayfield

Relazionato

Gli Estranei affrontano Winterfell

Cosa accadrà nella battaglia di Winterfell in 'Game of Thrones'?

Tutto quello che c'è da sapere sulla storia e i segreti di Winterfell

Le cripte hanno avuto un posto di rilievo in Game of Thrones sin dal pilot, un significante dell'identità di Stark e un'ambientazione per alcune delle conversazioni più cruciali dello spettacolo. Abbiamo visto Robert mettere una piuma nella mano di pietra di Lyanna, un segno del suo amore eterno e mortale. Abbiamo visto Bran e Rickon e i loro protettori cercare riparo da coloro che avrebbero fatto loro del male. Abbiamo visto Sansa e Ditocorto parlare, davanti alla tomba di Lyanna, discutendo del peso del passato. Abbiamo visto Jon sfidare Ditocorto come un intruso, dicendo: Tu non appartieni quaggiù. Abbiamo visto Arya e Sansa riunirsi davanti alla tomba di Ned, parlando degli orrori che hanno fatto a pezzi la loro famiglia. Quando Sansa nota che tutti quelli che conoscevano la faccia di Ned sono morti, Arya dice: Non lo siamo, un segno distintivo della perseveranza che li alimenta. Abbiamo visto Sam rivelare la verità sui genitori di Jon di fronte alle ossa di Lyanna e Ned e Jon condividere quella verità con Dany all'ombra della madre che non ha mai conosciuto.



Abbiamo sempre saputo che le cripte di Grande Inverno sarebbero state fondamentali per questa storia, una rappresentazione dell'identità e dell'eredità, in particolare per Jon, che le sogna in tutti i libri. Nel Un gioco di troni , la prima rata del Una canzone di ghiaccio e di fuoco Jon racconta a Sam di un sogno del genere: i vecchi re dell'inverno sono laggiù, dice, seduti sui loro troni con lupi di pietra ai loro piedi e spade di ferro in grembo, ma non sono di loro che ho paura. Urlo che non sono uno Stark, che questo non è il mio posto, ma non va bene, devo andare comunque.

Queste provocazioni notturne derivano dal senso di indegnità di Jon come bastardo, ma indicano anche la rivelazione della sua eventuale parentela. Ma le cripte sono il posto di Jon. Come Jon dice a Theon nella settima stagione, non devi scegliere. Theon può essere un Greyjoy e uno Stark, e Jon può essere un Targaryen e uno Stark. Il teaser trailer di Crypts of Winterfell per la Stagione 8 sembra rafforzare questa idea, collocando Jon nelle sale di Starkdom, al fianco della famiglia di cui nessun vero nome può derubarlo.

Ha anche fornito una prima indicazione che le cripte sarebbero state centrali nella stagione 8, un tema rafforzato dal resto della campagna di marketing prestagionale. Le cripte sono anche in primo piano nel trailer principale e il teaser trailer di Aftermath sembra mostrare la piuma di Robert e una statua di metalupo a guardia dell'ingresso della cripta, tra le altre associazioni ricoperte di neve e rottami.



Ma nel secondo episodio della Stagione 8, lo splendido A Knight of the Seven Kingdoms, il cimitero sotterraneo si trasforma: da presagio e obiettivo attraverso il quale gli spettatori e Jon allo stesso modo possono considerare la questione di come i fantasmi del passato plasmano il proprio senso di sé nel presente in una sirena a tutto volume che segnala che forse i fantasmi del passato stanno per sorgere dai loro involucri di pietra per brutalizzare i vivi.

Le cripte di Chekov nette otto (otto!) Menzioni nell'episodio 2, con Gendry che dice ad Arya, sarà più sicuro nelle cripte, lo sai; Gilly dice a una cittadina spaventata: Quando sarà il momento, sarai nelle cripte; sono il posto più sicuro dove stare; Gilly poi dice al procuratore Shireen sfregiato, sarò nella cripta con mio figlio, e mi sentirei molto meglio con te laggiù per proteggerci; quel dolce bambino che risponde: Va bene; Allora difenderò la cripta; Jon dice a Bran: Ti metteremo nella cripta, dove è più sicuro; Dany dice a Tyrion: Sarai nella cripta, perché ha bisogno di lui per sopravvivere alla battaglia; Sam dice a Jon, di Gilly e Little Sam, Saranno al sicuro, giù nella cripta; e Jorah che dice a Lyanna, Sarai più al sicuro nella cripta.

Sono andati tutti a un TED Talk di Hagrid o qualcosa del genere? Anche una delle righe di cui sopra avrebbe amplificato la già febbrile speculazione criptocentrica che si dirigeva verso la battaglia di Winterfell, sicuramente costosa nell'Episodio 3, ma il volume di riferimenti espliciti alla sicurezza della cripta, il fraseggio quasi speculare attraverso le righe e la conseguente concentrazione di personaggi chiave ma non protetti dall'armatura nelle profondità oscure rende la probabilità che qualcosa di catastrofico, o almeno di molto rilevante, emerga in basso.

Con l'avvertenza che sarebbe un vintage troni flettere per ottenere che il pubblico di visione collettiva teorizzi in una direzione solo per tagliare la testa a quella particolare ossessione, esploriamo cosa potrebbero offrire le cripte oltre al porto sicuro di domenica sera.

Stark morti che risorgono dalla tomba

Ai tempi in cui sta ancora spiegando il suo primo accento, Ditocorto sussurra con rabbia, dopo che Ned ha rilasciato la sua presa al collo contro il muro del bordello, Ah, gli Stark. Tempi veloci, menti lente. È difficile non pensare a questa valutazione, per quanto crudele sia stata, dato che la nostra famiglia preferita invia legioni in uno spazio chiuso pieno di cadaveri mentre un cattivo famoso per aver resuscitato i morti - è un po' la sua cosa! - marcia verso la loro casa.

Nel Gioco , Ned entra nelle cripte con Robert per visitare la tomba di Lyanna. Mentre passa davanti ai morti, Ned riflette: Secondo l'antica usanza, una spada lunga di ferro era stata posata in grembo a tutti coloro che erano stati Lord di Winterfell, per mantenere gli spiriti vendicativi nelle loro cripte. Il più vecchio si era da tempo arrugginito fino a scomparire, lasciando solo alcune macchie rosse dove il metallo aveva posato sulla pietra. Ned si chiese se questo significasse che quei fantasmi ora erano liberi di vagare per il castello. Sperava di no.

Questo è sempre sembrato un presagio, così come un'altra frase, su uno dei sogni ricorrenti di Jon sulle cripte di Grande Inverno: quando si voltò vide che le volte si stavano aprendo, una dopo l'altra. Mentre i re morti uscivano barcollando dalle loro fredde tombe nere, Jon si era svegliato nel buio pesto, con il cuore che gli martellava.

La leggenda dice che Bran il Costruttore eresse sia il Muro che Winterfell, tra le altre strutture; la magia incastonata nel Muro per tenere fuori gli Estranei potrebbe esistere anche nelle cripte, forse nelle spade che si pensa agiscano da barriera tra il mondo dei vivi e quello dei morti? E se sono arrugginiti o spariti, significa che lo è anche il loro potere? Nel Uno scontro tra re, Bran, Meera (che è già con Bran a questo punto nei libri), Osha e Co. portano anche alcune spade con loro dopo essere fuggiti, anche dalle tombe di Ned, Rickard e Brandon.

È ragionevole chiedersi cosa potrebbe anche sorgere dalla tomba a questo punto. Gli antichi Re dell'Inverno sono sicuramente polvere, e Ned, che ha perso la testa, è stato ridotto a ossa sconnesse e imballato in una scatola che apparentemente ha impiegato anni per raggiungere Grande Inverno. Ma che dire di Lyanna? O Rickon, che fu sepolto solo dopo la Battaglia dei Bastardi? Alcuni fan credono che un wight abbia bisogno di tessuti o fibre muscolari per muoversi, ma abbiamo già visto wight scheletrici in azione. Ecco un chiaro assaggio della schermaglia della quarta stagione di fronte alla grotta del Corvo con tre occhi:

Se i morti, per quanto decomposti, risorgono dalle loro tombe, saranno immediatamente in grado di attaccare gli abitanti di Winterfell più vulnerabili e meno armati. A meno che una delle merde o dei passi di High Septon Maynard non abbia insegnato a Gilly come trasformare istantaneamente un gran numero di cittadini non addestrati in abili guerrieri adatti a combattere i morti, questa è una brutta notizia. Il risorto scatenerebbe sicuramente anche un tipo di terrore che i nostri eroi hanno raramente dovuto affrontare. La ripresa del trailer della tipica corsa senza paura di Arya, apparentemente in preda al terrore, potrebbe essere la sua fuga non dal volto della morte che ha appena detto con vanto a Gendry che è ansiosa di incontrare, ma dal volto di un parente, animato di nuovo dalla magia malvagia? Presumibilmente, gli eroi sul campo di battaglia sanno che anche i vivi che cadranno sotto l'esercito del Re della Notte risorgeranno, come Karsi, la mamma Hardhome che ha promesso ai suoi figli che si sarebbe unita a loro nella barca in un solo momento ( tosse , Grey Worm) solo per diventare un servitore delle tenebre dagli occhi azzurri pochi istanti dopo. Per quanto orribile sia questa prospettiva, è anche quasi inevitabile in una battaglia che non consentirà pause di routine per bruciare i morti. I nostri amici nelle cripte, tuttavia, non sono pronti a vedere se Rickon può correre in qualcosa di diverso da una linea retta ora che è un cadavere.

Vale anche la pena considerare se resuscitare i morti di Winterfell potrebbe essere un grave errore di calcolo da parte del Night King, se il Night King è effettivamente a Winterfell e non divide le sue forze, in stile Whispering Wood, per lanciare un attacco furtivo ad Approdo del Re. Se le cripte sono intrise di magia per prevenire tali resurrezioni, e sono state in effetti costruite in parte per combattere le forze che originariamente hanno inaugurato la Lunga Notte (ne parleremo più a breve), allora forse risuscitare gli Stark perduti da tempo potrebbe dare ai nostri eroi un inaspettato alleato per lanciare una battaglia altrimenti ritenuta persa. Nel mondo del ghiaccio e del fuoco, spade, come la pistola di Cechov e La matita di John Wick , tendono ad entrare in gioco una volta introdotti. Perché seppellire i morti con le lame a meno che non abbiano bisogno di maneggiarle?

Arpa di Rhaegar

Non tutti i grandi guerrieri vogliono esserlo. Nella settima stagione, prima che Dany acconsenta a lasciare che Jon estragga il vetro del drago, dice: Ci piace tutti ciò in cui siamo bravi. Jon risponde, con sincera tristezza, io no. Jon è un guerriero dotato e ha trascorso gran parte della sua vita adulta combattendo battaglie, ma i suoi doni sono un peso per lui. Non ama la violenza. Nemmeno suo padre, Rhaegar Targaryen, famoso per i suoi capelli d'argento e le corde d'argento della sua arpa.

Da ragazzo, Rhaegar ha sempre avuto il naso in un libro, finché un giorno ha visto qualcosa in un tomo che ha cambiato il corso della sua vita. I fan hanno a lungo sospettato che ciò che ha letto riguardasse la leggenda del principe che è stato promesso, data la convinzione di Rhaegar che lui, e poi suo figlio, sarebbero stati il ​​salvatore profetizzato. Dopo, ha pronunciato notoriamente, avrò bisogno di spada e armatura. Sembra che io debba essere un guerriero.

E lo era, vincendo il famigerato torneo di Harrenhal, dove nominò Lyanna Stark la regina dell'amore e della bellezza. Ma non ha mai amato uccidere. Amava la musica. I personaggi menzionano la sua arpa e le sue canzoni malinconiche più e più volte nei libri, e abbiamo anche sentito raccontare nello show la sua affinità per le serenate. Ser Barristan racconta a Dany della passione di Rhaegar per la musica, e sentiamo Dany echeggiare queste parole a Jon nella stagione 8, mentre si trova di fronte alla tomba di Lyanna.

Non esiste un luogo più adatto per l'osservazione, perché per anni , troni gli ossessivi hanno sentito con qualcosa che rasenta la certezza che l'arpa di Rhaegar è nella tomba di Lyanna. Ned Stark ha rotto la tradizione facendo realizzare statue nelle cripte per sua sorella Lyanna e suo fratello Brandon: prima di allora, solo i re e i signori di Winterfell erano sanciti in questo modo. Sappiamo che Ned amava Lyanna così pienamente da onorare la sua ultima promessa allevando Jon come suo per tenerlo al sicuro dall'ira di Robert, nonostante il costo per il suo onore e la felicità di sua moglie Catelyn, ed è possibile che la statua sia semplicemente un altro segno di quell'amore. Come Ned dice a Robert, era una Stark di Winterfell. Questo è il suo posto.

È anche possibile che la statua abbia avuto un altro scopo: proteggere la prova della parentela di Jon. La maggior parte del regno crede, fino ad oggi, che Rhaegar abbia rapito e violentato Lyanna. Mettere la sua arpa, il simbolo del suo amore e della sua grazia, con Lyanna avrebbe aiutato a cementare il fatto che erano innamorati, sposati dopo l'annullamento segreto di Rhaegar; Ned non avrebbe messo un pezzo dell'uomo che ha abusato di sua sorella nella sua tomba. Abbiamo visto come Dany ha risposto all'udire la verità da Jon: la parola di Bran, un adolescente che sembra aver ingerito troppo olio di CBD, non sarà sufficiente per molti nei Sette Regni. La copia di Sam del diario di High Septon Maynard dovrebbe esserlo, ma per alcuni, come Dany, il fatto che Sam sia così saldo nel Team Jon diluirà la potenza della sua prova. Non sembra probabile che Howland Reed si presenterà per condividere il suo resoconto di prima mano di ciò che è accaduto alla Torre della Gioia, rendendo essenziale ogni prova a sostegno.

Jon ha già volato su Rhaegal, il drago che prende il nome da suo padre. Gli showrunner hanno affermato che nel loro mondo solo i Targaryen possono cavalcare i draghi. Nessuno dovrebbe bisogno altre prove, ma queste sono persone testarde che, in alcuni casi, si divertono a bruciare vivi i loro nemici. L'arpa di Rhaegar sarebbe una prova convincente per molti, un'incarnazione dell'amore e del lignaggio. Nel Scontro , quando Dany viaggia attraverso la Casa degli Immortali, vede suo fratello in una visione, con una donna e un bambino che chiama Aegon, un nome, dice, degno di un re. Il nome che portava il suo primo figlio, ma anche il nome che Lyanna ha dato al suo secondo. Farai una canzone per lui? chiede la donna nella visione. Ha una canzone, risponde. È il principe che è stato promesso, e il suo è il canto del ghiaccio e del fuoco. Poi prende un'arpa.

È possibile che lo spettacolo non abbia il tempo, in particolare durante la carneficina della battaglia, di suonare la serie di trovare le corde di Rhaegar. Forse l'aspetto simile ad un'arpa del O nel Game of Thrones logo dovrà essere sufficiente per un cenno del capo per i lettori di libri. Ma se l'esercito del Re della Notte apre le tombe, forse può emergere qualcosa di diverso da uno scheletro.

Nel Una tempesta di spade , Ditocorto dice a Sansa, un'arpa può essere pericolosa quanto una spada, nelle mani giuste. Dal punto di vista di alcuni personaggi, niente è più pericoloso della verità sui genitori di Jon.

Una via d'uscita (o, Gulp, una via d'ingresso)

Grande Inverno è vasto quanto il fardello che Jon ora porta, ma le cripte sono ancora più sostanziali, più profonde e più ampie di quanto la nostra attuale concezione del castello ci permetta di comprendere. A causa delle sue dimensioni e delle sue antiche origini, il castello, le cripte e il parco contengono molti segreti, inclusi passaggi noti a pochi preziosi.

Nella seconda stagione, Maestro Luwin cerca di convincere Theon a prendere il nero, dove i suoi peccati saranno perdonati. Theon nota, mentre il corno dei soldati attaccanti suona inesorabilmente, che non ce la farà a 10 piedi se cerca di lasciare il castello, dove aspettano gli Uomini del Nord (che presto scopriremo appartenere a Ramsay). Ci sono modi, Luwin dice a Theon. Passaggi nascosti, costruiti in modo che i Signori di Winterfell potessero fuggire.

Questi modi potrebbero essere nelle cripte? Sappiamo che Theon sarà nel Bosco degli Dei per proteggere Bran dal Re della Notte, ma il fatto che possieda questa conoscenza e sia tornato a Winterfell quando potrebbe essere più cruciale sembra probabile che dia i suoi frutti. Forse se i nostri eroi perdono la battaglia, i sopravvissuti saranno in grado di fuggire attraverso un'uscita nascosta, salire a bordo di Drogon e Rhaegal: i metalupi possono cavalcare i draghi? Per favore?... e fuggi.

marzo follia finale 4

Ma una via d'uscita, ovviamente, è per definizione anche una via d'ingresso. E Theon non è l'unico a conoscere i segreti del castello. Quando Bran era un ragazzo, amava arrampicarsi, esplorando ogni centimetro del castello fino a conoscerne i segreti in un modo insolito per qualsiasi uomo. Era, almeno sotto questo aspetto, il Corvo con tre occhi molto tempo fa. Un esempio, da Gioco: Sapeva che potevi entrare nel muro interno dal cancello sud, salire tre piani e correre tutto intorno a Grande Inverno attraverso uno stretto tunnel nella roccia, e poi uscire al livello del suolo al cancello nord, con un centinaio di piedi di muro che incombe su di te. Neanche maestro Luwin lo sapeva, Bran ne era convinto.

Come Zach Kram, uno dei la suoneria 's greenseers, osservati nel suo Primer della Battaglia di Grande Inverno , il legame tra Bran e il Re della Notte potrebbe significare che se Bran conosce i segreti del castello, e quei segreti includono una via d'uscita dalle cripte, dove Bran, Rickon, Osha, Summer e Shaggy si sono nascosti da Theon nella seconda stagione, la Notte King potrebbe potenzialmente acquisire quella conoscenza attraverso la sua connessione con il Corvo con tre occhi.

Gli showrunner hanno citato Helm's Deep, la leggendaria battaglia in Il Signore degli Anelli: Le Due Torri , come influenza per la Battaglia di Winterfell; in quel film—avvertimento spoiler per diciassette anni?—un gigantesco orco penetra il muro precedentemente inespugnabile con, in sostanza, una bomba che finisce in uno scarico. Gli eroi sono in definitiva in grado di mantenere una parvenza di sicurezza nella fortezza fino a quando Gandalf arriva con i rinforzi, quindi questo non indica necessariamente un parallelo tra l'infiltrazione nelle cripte e il disturbo della santità all'interno creando un nuovo ingresso, ma il Re della Notte o le sue forze potrebbero essere in grado di usare un modo mascherato già esistente per entrare di nascosto e perseguire la loro missione principale, o per depredare il nemico spazzando via ad alta voce questo senso di benessere percepito, rendendo la roccaforte e i suoi difensori vulnerabili alle infiltrazioni.

Il Grande Altro

È possibile che il Re della Notte abbia un obiettivo all'interno di Winterfell diverso da Bran, che rivela in A Knight of the Seven Kingdoms che il Re della Notte sta arrivando per lui, come ha fatto con molti Corvi con tre occhi. Per anni, miriade teorie avere esplorato la possibilità che il Grande Altro, il dio delle tenebre e il contrappeso al Signore della Luce, possa essere imprigionato nelle cripte e che le cripte, e tutta Grande Inverno, in effetti esistano per contenerlo.

Considera che, a differenza di tutti gli altri importanti castelli della storia, non sappiamo perché Winterfell sia chiamato così. Possiamo dedurre logicamente che è letteralmente il luogo in cui è caduto l'inverno, ovvero la morte, il freddo e l'oscurità incarnati dal Grande Altro. Winterfell è la sede del potere nel nord, eppure, come Kram ha esplorato nel suo manuale di battaglia, non è posizionata vicino a una costa o a un fiume o lago prominente, come la maggior parte delle roccaforti. Forse Bran il Costruttore scelse questo luogo perché qui ebbe luogo la Battaglia per l'Alba, che concluse la Lunga Notte da 6.000 a 8.000 anni fa.

Le cripte sono sotto il Primo Mastio che, nonostante le controversie sui timestamp guidate dall'architettura , fu probabilmente la prima struttura del castello e si è ampliata nel corso degli eoni. Sono vecchi quanto il posto stesso. Forse gli Stark si sono guadagnati il ​​soprannome di Re dell'inverno perché sono venuti letteralmente a governare l'inverno, e forse dicono che ci deve sempre essere uno Stark a Grande Inverno perché fa parte del mantenimento della magia che racchiude questa forza al di sotto. I detrattori noteranno giustamente che per un tratto considerevole della nostra storia, c'è non stato uno Stark a Grande Inverno, dalla fuga di Bran e Rickon nella seconda stagione al ritorno di Sansa nella quinta stagione. Ma da allora le cose non sono andate bene per gli Stark, Grande Inverno o la civiltà!

È anche ragionevole notare che finora non abbiamo visto nulla che assomigli al Grande Altro nelle cripte, ma per tutto il tempo che abbiamo trascorso in questi sotterranei, ne abbiamo visto solo una frazione. Nel Gioco , pensa Bran, la cripta era cavernosa, più lunga della stessa Grande Inverno, e Jon gli aveva detto una volta che c'erano altri livelli sottostanti, volte ancora più profonde e buie dove erano sepolti i re più anziani. Alcuni di questi livelli sono parzialmente crollati, rendendo il traffico pedonale altamente improbabile, forse addirittura impossibile.

Eppure c'è supporto per questa teoria al di là delle prove visive: mentre il resto di Winterfell è decisamente caldo grazie alle sorgenti termali naturali che pompano acqua fumante attraverso il castello e le terre, le cripte sono gelide. Nel Gioco , pensa Ned, Faceva sempre freddo quaggiù, mentre conduce Robert giù a visitare Lyanna, e in questo stesso tratto, pensa alla corrente pungente in termini quasi personificati: Poteva sentire il freddo salire le scale, un respiro freddo dal profondo della terra.

Nel trailer di Crypts of Winterfell, vediamo quel respiro freddo che si insinua attraverso le cripte verso Jon, Sansa e Arya.

Quella nebbia potrebbe certamente rappresentare il Re della Notte o il suo esercito in arrivo, ma potrebbe anche rappresentare la scoperta di una forza che è venuto a scatenare a Grande Inverno. Forse il Re della Notte è lì per liberare il Grande Altro e portare finalmente un'oscurità che non svanisce mai. O forse il Re della Notte è il Grande Altro. Nel Una danza con i draghi , Melisandre, campionessa di R'hllor, pensa, Oltre la Barriera, il nemico diventa più forte, e se dovesse vincere l'alba non tornerà mai più. Un sottoinsieme della teoria del Grande Altro afferma che il Re della Notte sta cercando di liberare la Regina della Notte, una figura con cui Bran il Costruttore, i Guardiani della Notte e la versione del libro del Re della Notte (il Re della Notte) sono tutti associati . Forse la vera motivazione del Re della Notte è proprio la sua versione di Le cose che faccio per amore.

C'è un'altra potenziale applicazione per una sorta di teoria del Grande Altro: se Sam o Bran, nella loro ricerca di modi per vincere questa battaglia, scoprono la prova di questa sepoltura mentre esaminano rispettivamente le loro pergamene e i loro ricordi, potrebbero essere in grado di impedire al Re della Notte dal raggiungere il suo obiettivo. E potrebbero anche imparare a usare tattiche simili per ottenere la stessa impresa che hanno fatto Bran il Costruttore e i suoi contemporanei, intrappolando il Re della Notte. Se è in effetti uno Stark, sarebbe un modo utile per assicurarsi che ci sia sempre uno Stark a Winterfell.

Un drago (o uova di drago)

Mentre il gelo delle cripte potrebbe indicare la sepoltura di Winter al loro interno, il calore che pulsa in tutto il resto di Grande Inverno potrebbe indicare la presenza di un tipo di magia molto diverso sepolto al di sotto. Nel Gioco , apprendiamo delle sorgenti termali che tengono al caldo gli abitanti del castello: le acque bollenti scorrevano attraverso le sue pareti e le camere come il sangue attraverso il corpo di un uomo, guidando il freddo dalle sale di pietra, riempiendo i giardini di vetro di un calore umido, mantenendo la terra dal congelamento. Piscine aperte fumavano giorno e notte in una dozzina di piccoli cortili. Era una piccola cosa, d'estate; in inverno, era la differenza tra la vita e la morte.

Le sorgenti termali sono più di una semplice fonte di calore di energia alternativa in mezzo al freddo: sono la prova di un potenziale legame con i draghi e la loro magia. Nel Il mondo del ghiaccio e del fuoco , Maestro Yandel osserva che le sorgenti termali sono riscaldate dalle fornaci del mondo, gli stessi fuochi che hanno reso le Quattordici Fiamme o la montagna fumante di Roccia del Drago, due luoghi associati ai draghi. (Le Quattordici Fiamme sono la catena vulcanica nella Penisola di Valyria, che eruttò e provocò il Fato, spazzando via tutte le famiglie dei Signori dei Draghi tranne i Targaryen, che anni prima erano salpati a Roccia del Drago grazie a un sogno profetico.)

Gli abitanti di Winterfell e della città invernale credono che il fuoco di un drago riscaldi le sorgenti termali, e sebbene Yandel respinga l'affermazione come sciocca, le leggende spesso si dimostrano fondate nel mondo di George R.R. Martin. Potrebbe Bran il Costruttore aver attinto al potere di un drago durante la creazione del castello, forse come parte della magia necessaria per tenere a bada l'inverno? Fuoco e ghiaccio, ghiaccio e fuoco. E se è così, e l'attacco del Re della Notte rompe le fondamenta del castello come ha fatto con il terreno sotto la caverna di legno-diga del Corvo con Tre Occhi, questo drago potrebbe finalmente vagare libero?

Yandel respinge anche la testimonianza di Mushroom, uno sciocco al servizio dei Targaryen, il quale sosteneva che il drago di Jacaerys, Vermax, deponesse le uova a Grande Inverno quando il principe andò a trattare con Cregan Stark durante la Danza dei Draghi. Anche la buona regina Alysanne ha fatto volare il suo drago, Silverwing, a Winterfell, il che vale la pena notare perché Silverwing non ha preso il nord, rifiutandosi, tre volte, di sorvolare il muro. Dany dice a Jon nella premiere dell'ottava stagione che Drogon e Rhaegal non amano il Nord; se non sono attrezzati per la battaglia, l'arrivo di un drago a lungo annidato al freddo potrebbe essere ciò che salva il Nord.

Le uova, ovviamente, avrebbero bisogno di tempo per schiudersi. Ma cosa succede se lo hanno già? Nel Scontro, Bran ha la seguente visione attraverso il suo legame mannaro con il suo metalupo Summer: Il fumo e la cenere gli hanno annebbiato gli occhi, e nel cielo ha visto un grande serpente alato il cui ruggito era un fiume di fiamme. Scoprì i denti, ma poi il serpente sparì. Un grande serpente alato il cui ruggito era un fiume di fiamme suona certamente come un drago.

Una teoria vecchia di anni osserva che Grande Inverno, Roccia del Drago e Valyria sono gli unici luoghi nei libri noti per presentare gargoyle, che potrebbero parlare di un potere vincolante per i draghi nella pietra. E se il sacco e l'incendio di Grande Inverno di Ramsay avessero liberato il drago dal suo sonno sotterraneo? Quando Bran e Co. emergono dal loro santuario nelle cripte in Scontro , Bran osserva quanto segue: Pietre e doccioni in frantumi giacevano sparsi nel cortile. Sono caduti proprio dove l'ho fatto io, pensò Bran quando li vide. Alcuni dei gargoyle si erano frantumati in così tanti pezzi che si chiedeva come fosse vivo. Una volta che i gargoyle si sono sbriciolati, secondo la teoria, il drago avrebbe potuto volare. Offrendo ulteriore supporto, nello stesso libro, oltre a Dragonstone, Davos osserva: Dietro, i gargoyle e i draghi di pietra sulle mura del castello sembravano sfocati, come se Davos li vedesse attraverso un velo di lacrime. O come se le bestie tremassero, si agitassero...

Naturalmente, i personaggi che fanno queste osservazioni non sanno a questo punto che Daenerys è diventata la Madre dei Draghi. Emblematicamente: Melisandre parla attraverso i libri, e il suo tempo con Stannis, della profezia che Azor Ahai risveglierà i draghi dalla pietra. Dany, il principale contendente della storia oltre a Jon per emergere come il salvatore profetizzato, ha letteralmente svegliato i draghi dalla pietra quando ha portato le sue uova fossilizzate nella pira funeraria di Drogo. È probabile che i draghi che realizzano questa profezia facciano già parte della nostra storia.

Inoltre, lo spettacolo non ha allestito un drago o uova di drago sotto Winterfell come hanno fatto i libri. Deus ex dragon potrebbe essere una vendita difficile per gli spettatori, specialmente mentre stanno cercando di seguire le ultime rivelazioni mitologiche su Bran e il Re della Notte e personaggi amati in lutto. È possibile che la versione dello show di questa teoria sia simbolica, perché non importa cosa, c'è ha stato un drago segreto a Winterfell: Jon Snow.

La fine che Jaime aveva previsto nei libri

Il momento clou del commovente A Knight of the Seven Kingdoms è arrivato quando Jaime Lannister ha nominato cavaliere Brienne di Tarth, culminando magnificamente un arco condiviso che è stato uno dei cuori pulsanti di questa storia per stagioni. La gioia nuda di Brienne dopo essere emersa come Ser, e il chiaro affetto e ammirazione negli occhi di Jaime mentre la guardava farlo, erano un promemoria cruciale che le persone possono cambiare, le scelte ci definiscono più delle etichette e delle norme, e l'amore può venire in molte forme .

Sembrava anche una condanna a morte per uno dei due. Se non fosse per la convinzione di massa che Jaime adempirà la profezia di Valonqar uccidendo Cersei - che la morte di Brienne in una battaglia che Cersei ha compromesso rifiutando di impegnare le sue truppe a cui sicuramente alimenterebbe - la sua morte sembrerebbe in realtà più probabile qui rispetto a quella di Brienne. Lo spettacolo, ricorda, non includeva la linea Valonqar nella profezia di Maggy the Frog. Tuttavia, presentava una scena in cui Jaime dice a Bronn che vuole morire tra le braccia della donna che ama.

Quell'affermazione che alla fine definisce Brienne invece di Cersei sarebbe la conclusione perfetta per Jaime. E nei libri, ci sono alcune prove, come troni la studiosa Joanna Robinson delinea sapientemente qui , che potrebbe accadere e accadere sotto terra.

Nel Tempesta , dopo che Jaime ha perso la mano destra, cade in un sogno lungo e portentoso. Mentre Jaime inizialmente crede di essere a Casterly Rock, si rende conto che questa non è casa sua; non è, infatti, un posto che conosce affatto. Sotto la terra il suo destino attendeva, il passaggio va. Sapeva con la certezza del sogno; qualcosa di oscuro e terribile si nascondeva lì, qualcosa che lo voleva.

Potrebbero essere queste le cripte? Sebbene le caratteristiche descritte da Jaime - sabbia, acqua - non corrispondano a ciò che sappiamo dei livelli delle cripte che abbiamo visto, altri fattori si allineano. In primo luogo, Jaime teme ciò che può giacere sopito e invisibile: potrebbero esserci creature che vivono in esso, profondità nascoste... Il drago? Il Grande Altro? Nuovi wight?

Ancora più importante, il suo sogno vede Cersei che abbandona Jaime mentre Brienne è al suo fianco, determinata a tenerlo al sicuro. (E, per tutti gli spedizionieri là fuori, nudi.) Quando Brienne chiede a Jaime cosa c'è laggiù, lui dice: Destino, solo destino.

Presto arriva il fantasma di Rhaegar Targaryen, che accusa Jaime di non aver protetto sua moglie e i suoi figli. Jaime, ovviamente, pensa che si riferisca a Elia, Aegon e Rhaenys, ma ora che sappiamo che Rhaegar ha sposato un'altra donna, è possibile decifrare questo come un riferimento a Lyanna, che si trova nelle cripte, e Jon, che a un certo punto potrebbe ritiratevi anche lì per aiutare a salvare coloro che sono in pericolo durante l'imminente battaglia.

Mentre le ombre della vecchia guardia reale si avvicinano a lui, il sogno di Jaime termina con la sua morte, una morte in cui Brienne è l'ultima cosa che vede: il terrore gli chiude una mano sulla gola. Poi la sua spada si oscurò e solo quella di Brienne bruciò, mentre i fantasmi si precipitavano dentro.

nba valore del contratto di 10 giorni

La prefigurazione di Valonqar sembra reale, e vedere Cersei morire per mano dell'ultima persona al mondo che l'ha amata davvero, a causa della sua avidità, arroganza e crudeltà, sarebbe una deliziosa giustizia poetica. Ma anche Jaime avrebbe dato la sua vita nel luogo di uno dei suoi più grandi peccati (spingere Bran fuori dalla finestra) e uno dei suoi più grandi trionfi (abbandonare Cersei a combattere per i vivi, e così facendo, consegnandosi completamente a Brienne e bontà). Sappiamo che Jaime combatterà sotto il comando di Brienne sul fianco sinistro, ma alcuni colpi del trailer di preseason lo collocano all'interno del castello, forse sulle mura.

Se il nemico fa breccia nelle cripte e Jaime va lì per cercare di salvare coloro che si trovano all'interno, difenderà gli innocenti, come le parole che ha appena pronunciato a Brienne dicono che un cavaliere deve, e come fece Jaime tanto tempo fa quando uccise il re pazzo. Uccidere Cersei si sente appropriato per l'uomo che Jaime è stato per così tanto tempo, ma morire dimostrando il suo valore cavalleresco, con Brienne al suo fianco, l'ultima luce nella sua vita mentre l'oscurità lo prende, potrebbe essere la fine migliore per l'uomo che Jaime è diventato .

Per Jaime e tanti altri personaggi, la questione della scelta e dell'appartenenza è stata fondamentale in questa storia. Indipendentemente dalla funzione della trama che le cripte di Winterfell svolgono durante la battaglia, rimarranno un emblema chiave dell'identità di Stark in questa storia. Nel Gioco , Jon dice a Sam, in qualche modo so che devo andare laggiù, ma non voglio. Ho paura di quello che potrebbe aspettarmi. Ora, anche noi abbiamo paura. Ma in Scontro , dice Bran, quello era il nostro posto. Un posto Stark! Dobbiamo sperare che dopo domenica lo sia ancora.

Divulgazione: HBO è un investitore iniziale in Il Ringer.

Articoli Interessanti

Messaggi Popolari

La Premier League e l'età dei primi sei

La Premier League e l'età dei primi sei

Breaking Down Corner Boys e il personaggio di Michael Lee

Breaking Down Corner Boys e il personaggio di Michael Lee

Tre osservazioni molto importanti su questa foto dei razzi sulla spiaggia

Tre osservazioni molto importanti su questa foto dei razzi sulla spiaggia

Meraviglia senza età: DJ Shadow sta ancora costruendo vapore e aprendo nuovi orizzonti

Meraviglia senza età: DJ Shadow sta ancora costruendo vapore e aprendo nuovi orizzonti

Segui il percorso di minor resistenza: una storia orale di 'Office Space'

Segui il percorso di minor resistenza: una storia orale di 'Office Space'

Ciò che rende imperdibile 'Take Care' di Drake

Ciò che rende imperdibile 'Take Care' di Drake

Come comprendere lo stile visivo del 'ritorno a casa'

Come comprendere lo stile visivo del 'ritorno a casa'

La cronologia dell'ascesa e della caduta di Legion of Boom e come i Seahawks sono ancora pronti a competere

La cronologia dell'ascesa e della caduta di Legion of Boom e come i Seahawks sono ancora pronti a competere

La storia orale di 'The Town'

La storia orale di 'The Town'

La carriera di Eli Manning è incomparabile

La carriera di Eli Manning è incomparabile

Diana Taurasi gioca a basket con l'armatura dell'invincibilità

Diana Taurasi gioca a basket con l'armatura dell'invincibilità

Kyle Shanahan è sempre un passo avanti

Kyle Shanahan è sempre un passo avanti

'Quattro matrimoni e un funerale', 'I ragazzi' e una conversazione con il regista della seconda stagione di 'Mindhunter' Carl Franklin

'Quattro matrimoni e un funerale', 'I ragazzi' e una conversazione con il regista della seconda stagione di 'Mindhunter' Carl Franklin

Un mondo di dolore: la classifica definitiva dei film dei fratelli Coen

Un mondo di dolore: la classifica definitiva dei film dei fratelli Coen

'Scene da un matrimonio' condivide un playbook con 'Master of None' Stagione 3

'Scene da un matrimonio' condivide un playbook con 'Master of None' Stagione 3

La Scorecard: Hell on Perth

La Scorecard: Hell on Perth

Stephen Strasburgo sta finalmente lanciando come l'asso che avrebbe dovuto essere. Potresti non essere in grado di dirlo.

Stephen Strasburgo sta finalmente lanciando come l'asso che avrebbe dovuto essere. Potresti non essere in grado di dirlo.

L'insoddisfacente mitologia di 'Jackie'

L'insoddisfacente mitologia di 'Jackie'

È la fine di 'Mr. Robot' e mi sento bene

È la fine di 'Mr. Robot' e mi sento bene

'Lucky' è un tributo al volto indimenticabile di Harry Dean Stantonton

'Lucky' è un tributo al volto indimenticabile di Harry Dean Stantonton

Ricordando MF DOOM: visionario mascherato, supercriminale che piega le rime e leggenda dell'hip-hop

Ricordando MF DOOM: visionario mascherato, supercriminale che piega le rime e leggenda dell'hip-hop

TMZ arriva a 'Vendere il tramonto'

TMZ arriva a 'Vendere il tramonto'

Benvenuti alla Settimana dei videogiochi

Benvenuti alla Settimana dei videogiochi

In che modo gli inserzionisti utilizzano le emoji per indirizzarti

In che modo gli inserzionisti utilizzano le emoji per indirizzarti

La bella giornata di Ryan Reynolds e Jake Gyllenhaal in una stanza buia e senza finestre

La bella giornata di Ryan Reynolds e Jake Gyllenhaal in una stanza buia e senza finestre

Una classifica di ogni episodio di 'Black Mirror'

Una classifica di ogni episodio di 'Black Mirror'

A coronamento del Draft NFL della Generazione

A coronamento del Draft NFL della Generazione

Possono Rotten Tomatoes schiacciare un film al botteghino?

Possono Rotten Tomatoes schiacciare un film al botteghino?

'The Shawshank Redemption' con Bill Simmons, Chris Ryan e il papà di Bill

'The Shawshank Redemption' con Bill Simmons, Chris Ryan e il papà di Bill

7 dei migliori ristoranti di chef celebrità a Las Vegas

7 dei migliori ristoranti di chef celebrità a Las Vegas

Come il trio mancino di Bullpen di Atlanta ha aiutato a dare vita a una corsa di World Series

Come il trio mancino di Bullpen di Atlanta ha aiutato a dare vita a una corsa di World Series

Con una vittoria in 'Winners at War', Tony è il più grande che abbia mai interpretato 'Survivor'

Con una vittoria in 'Winners at War', Tony è il più grande che abbia mai interpretato 'Survivor'

David Lowery sulla regia dell'ultimo film di Robert Redford, 'The Old Man and the Gun'

David Lowery sulla regia dell'ultimo film di Robert Redford, 'The Old Man and the Gun'

Taylor Sheridan ha fatto della TV il suo ranch e ci stiamo solo pascolando

Taylor Sheridan ha fatto della TV il suo ranch e ci stiamo solo pascolando

Grandi piccoli tentativi: hai già visto 'The Undoing', anche se non l'hai fatto

Grandi piccoli tentativi: hai già visto 'The Undoing', anche se non l'hai fatto