Il gioco del nome NBA

Registrato sotto:

  • NBA

Se dovessi costruire una squadra usando solo giocatori con lo stesso nome, quale squadra vincerebbe? Spoiler: non sono i Tom, i Dick o gli Harry.



Mercoledì sera tardi, mi è stata posta una domanda a cui non ho potuto smettere di pensare da allora. Veniva da una persona di nome Alex Cooke . All'inizio sembrava semplice e diretto, ma in realtà era stratificato e sfumato, il che significa che era il mio tipo di domanda preferito. Le ossa di esso erano come tali: Qual è la migliore squadra di basket che puoi mettere insieme se ti è permesso includere solo giocatori che hanno tutti lo stesso nome? Questo è tutto. Questo era tutto.



Ora, se abbiamo intenzione di estenderlo in qualcosa di più grande qui, allora avremo bisogno di fare prima un po' di recinzione per aiutare la conversazione a mantenere la sua forma. Quindi, quando si pensa alla domanda, è necessario considerare e seguire le seguenti sei regole:

  1. Facciamo finta che questo finisca in un torneo in cui tutte le squadre identificate devono giocare l'una contro l'altra per un campionato.
  2. Non c'è mescolanza di nomi e cognomi. Stiamo parlando solo di nomi. Non puoi mettere LeBron James nella squadra di James (James Harden, James Worthy, James Silas, ecc.) o Chris Paul nella squadra di Paul (Paul George, Paul Pierce, Paul Millsap, ecc.) o qualcosa del genere .
  3. I nomi che sono omonimi vengono raggruppati insieme. I Sean (Sean Elliott, Sean Rooks, Sean May, ecc.) Vanno bene insieme agli Shawn (Shawn Kemp, Shawn Marion, Shawn Bradley, ecc.). Isiah Thomas (l'unico Isiah nella storia della lega) sta bene per unirsi agli Isaiah. Così via. (Cordiali saluti, gli Shawn schiaccerebbero dannatamente i Sean se giocassero uno contro l'altro.)
  4. Se un giocatore ha un nome che è conosciuto come quello non è in realtà il suo vero nome, allora questo è il nome che viene usato qui. Ad esempio, il vero nome di Steph Curry è Wardell Stephen Curry. È idoneo a far parte della squadra di Stephs (e probabilmente è idoneo anche a far parte degli Stephens perché di tanto in tanto un annunciatore lo chiamerà così durante una partita), ma non è idoneo a far parte dei Wardells.
  5. Le situazioni in cui un giocatore ha una versione di un nome che potrebbe raddoppiare come un nome diverso sono trattate secondo il buon senso. Non puoi prendere Steph Curry e metterlo nella squadra di Steves, ma potresti sicuramente prendere un Mike e metterlo nella squadra di Michaels. (Fatto divertente: il vero nome di Steve Kerr è in realtà Stephen Kerr.)
  6. Il gioco si gioca oggi, il che significa che chiunque sia stato selezionato deve sopravvivere nel gioco di oggi. È importante pensarci. Puoi prendere Bill Russell per la squadra di Bills e sarebbe fantastico perché il suo gioco da allora si traduce bene fino ad oggi. Qualcuno come, diciamo, Bob Cousy, tuttavia - whoo ragazzo . Immagina questo ragazzo...

... cercando di fare qualsiasi cosa contro questo ragazzo ...



La squadra principale contro cui questa regola ha effetto sono i Davids. Hanno David Robinson, Dave Bing, David Thompson, Dave DeBusschere e Dave Cowens. Se li prendiamo in relazione ai loro periodi di tempo prospettici, allora sì, è davvero un grande gruppo. Ma non sono convinto che Bing, Cowens e soprattutto DeBusschere potrebbero tenere il passo se li lasciassi cadere davanti ai Michaels.

Quindi queste sono le regole. L'intera faccenda è davvero un esercizio divertente su cui riflettere. Guarda alcune delle squadre che sono là fuori:

Hai i Lukes, una squadra tutta bianca di giocatori laboriosi, furtivamente veloci e allenabili (Luke Ridnour, Luke Walton, Luke Babbitt, Luke Harangody e Luke Zeller). Potrebbero essere un buon matchup con la squadra emergente di Franks.



Ci sono gli Steve, che sembrano essere super divertenti o un disastro totale (Steve Nash, Steve Francis, Steve Kerr, Steve Smith e Steven Adams).

Hai i Bob, che verrebbero spazzati via ad ogni partita, ma almeno sarebbero divertenti da guardare (Bob Cousy, Bob Lanier, Bob McAdoo, Bobby Jackson e Bob Sura).

I Gary starebbero peggio dei Bob (dei 26 Gary che hanno giocato nella NBA, solo Gary Payton è mai riuscito a partecipare a un All-Star Game). Hai gli Isaiahs, la cui formazione inizia suonando forte (Isaia Thomas, Isiah Thomas, Isaiah Rider) e poi si trasforma in polvere (Isaia Canaan e Isaia Whitehead).

Hai i Tony e sarebbero una squadra decente (Tony Parker, Tony Allen, Toni Kukoc, Tony Delk e Tony Massenburg), ma probabilmente non supererebbero nemmeno gli Anthony (Anthony Davis, Anthony Mason , Anthony Peeler, Anthony Morrow e Anthony Tolliver). (Se unissimo i Tony e gli Anthony, saremmo in una formazione davvero difficile.)

C'è una squadra di John molto interessante e pesante che porrebbe molto silenziosamente alcuni problemi reali. Hanno John Stockton (geniale playmaker), John Starks (farò sempre il tifo per un ragazzo con la balbuzie), John Wall (il calabrone più arrabbiato che abbia mai visto), John Salley (ha suonato con i Bad Boy Pistons , i Bulls 1996-97 e gli Shaq-Kobe Lakers, a cui è affascinante pensare), e John Henson (un giocatore che ho imparato ad amare assolutamente).

Due rapide barre laterali: (1) Secondo Mike Lynch di Sports-Reference.com, i Johns hanno il totale di quote di vittorie più alto di tutti i tempi di qualsiasi nome nella storia della NBA (1.230). Sono sicuro che sia principalmente perché 'John' è un nome molto comune. È comunque una statistica interessante. (2) Se ci incliniamo dall'altra parte e usiamo giocatori che sono stati gli unici ad avere i loro nomi particolari nella storia della NBA, quella squadra sarebbe quasi imbattibile (LeBron, Kawhi, Kobe, Shaq, Giannis).

Non abbiamo abbastanza Karl per schierare un'intera squadra, ma immagino che Karl Malone e Karl-Anthony Towns che giocano due contro cinque potrebbero almeno battere i Bobs e i Gary. Mi piace molto il team di Pat (Patrick Beverley, Patty Mills, Patrick Ewing, Patrick Patterson e un giovane Pat Riley solo per essere carino), ma probabilmente non sarebbero un serio contendente. Mi piacciono molto anche i Tim (Tim Duncan, Tim Hardaway, Tim Thomas, Tim Legler e Tim Donaghy come arbitro per ciascuna delle loro partite). Anche i Bills sono fantastici, anche se solo perché chiunque tenti di infilarsi nella corsia contro di loro si toglierà la testa dalle spalle (Bill Russell, Bill Laimbeer, Bill Cartwright).

Se stiamo organizzando tutte le squadre, però, come, se le stessimo preparando per il torneo, le prime quattro teste di serie sembrano chiare (così come la squadra che alla fine vincerebbe tutto).

Il quarto seme: i Larry

C'è Larry Bird (la capra bianca). C'è Larry Nance (tre volte All-Star, tre volte All-Defensive prima o seconda scelta della squadra, potrebbe saltare a Giove). C'è Larry Johnson (è stato due volte All-Star e una seconda scelta All-NBA, ma forse la parte migliore di lui è che si vestiva bene come una vecchia ogni tanto ). C'è Larry Hughes (prima squadra All-Defensive; il leader della lega in palle rubate nel 2005; è stato in squadra con LeBron James per un po', il che deve contare qualcosa). E solo per divertimento, c'è anche Larry Nance Jr. (probabilmente guardo quella clip di lui inzuppare Brook Lopez in un altro fuso orario almeno una volta a settimana). I Larry stanno venendo per la tua gola.

Il Terzo Seme: I Crisi

È Chris Paul (probabilmente il sesto playmaker più grande di tutti i tempi), Chris Bosh (che è costruito perfettamente per fungere da pezzo complementare in una squadra come questa), Chris Mullin (cinque volte All-Star; quattro volte All-Star- NBA prima, seconda o terza scelta della squadra; ha avuto il piatto bianco più pulito), Chris Webber (cinque volte All-Star; cinque volte All-NBA prima, seconda o terza scelta della squadra; datato Tyra Banks), e Chris Kaman (che una volta ha avuto afferrato nei genitali da Reggie Evans , che è come l'opposto di uscire con Tyra Banks). (In realtà, sapevi che Chris Kaman era un All-Star una volta? È vero. È successo nel 2010. È assurdo pensarci. Alcuni ragazzi che non sono mai stati selezionati come All-Stars: Jalen Rose, Arvydas Sabonis, Mike Bibby, Lamar Odom.)

Il secondo seme: i Michaels

Il giocatore principale è (ovviamente) Michael Jordan, e lui anche solo da solo rende questa squadra già formidabile. Ma hai anche MJ al fianco di Michael Cooper, il miglior difensore della squadra Showtime Lakers degli anni '80 (cinque volte campione NBA, difensore dell'anno nel 1986-87, otto volte primo o secondo all-defensive -scelta di squadra). E c'è anche Michael Finley (ha vinto un campionato NBA con gli Spurs nel 2007, ma è stato anche due volte All-Star quando è stato con i Mavericks durante la parte migliore della sua carriera). Puoi mettere Mike Conley Jr. come playmaker, che è una scelta estremamente solida. (In qualche modo, Mike Conley non è mai stato un All-Star, e onestamente sono super offeso da questo. È un fottuto assassino, amico.) E se vuoi un grande uomo lì dentro, hai Michael Olowokandi ( scoreggia) o, se vuoi un omone leggermente più piccolo, allora hai Michael Cage, un giocatore professionista che ha effettivamente guidato la lega a rimbalzi nel 1987-88. Alla fine, però, perderebbero contro...

I vincitori: i Kevin

Sono l'unica squadra in cui ogni giocatore è (a) più volte All-Star, mentre (b) possiede il tipo di gioco che andrebbe benissimo nell'NBA di oggi. Hai Kevin Johnson (tre volte All-Star, cinque volte All-NBA seconda o terza scelta della squadra). Hai Kevin McHale (sette volte All-Star, prima squadra All-NBA nel 1986-87, sei volte scelta da prima o seconda squadra All-Defensive, due volte vincitore del premio Sesto Uomo dell'Anno, tre - volte campione NBA). Hai Kevin Garnett (15 volte NBA All-Star; MVP nel 2003-04; nove volte All-NBA prima, seconda o scelta della terza squadra; Defensive Player of the Year nel 2007-08; 12- tempo All-Defensive prima o seconda scelta della squadra; quattro volte leader della lega a rimbalzi, campione NBA). Hai Kevin Durant (MVP nel 2013-14, otto volte NBA All-Star, sette volte All-NBA prima o seconda scelta della squadra, quattro volte campione di punteggio NBA, campione NBA, MVP delle finali). E hai Kevin Love (quattro volte NBA All-Star, due volte All-NBA seconda scelta, leader della lega a rimbalzi e Most Improved Player nel 2010-11, e un campione NBA che è in qualche modo il anello debole del gruppo). I Kevin stanno spolverando tutti.

Articoli Interessanti

Messaggi Popolari

Una breve storia di tutti i cambi di squadra nel franchising 'veloce'

Una breve storia di tutti i cambi di squadra nel franchising 'veloce'

Lascia che Zac Efron sia grande

Lascia che Zac Efron sia grande

Aspettando Melo

Aspettando Melo

Oh, Yikes: un'intervista con un biologo marino su 'Aquaman'

Oh, Yikes: un'intervista con un biologo marino su 'Aquaman'

Ben Roethlisberger non è ancora finito

Ben Roethlisberger non è ancora finito

Riepilogo episodio 5 di Hawkeye: Ave al re

Riepilogo episodio 5 di Hawkeye: Ave al re

L'indistruttibile M. Night Shyamalan

L'indistruttibile M. Night Shyamalan

Siamo sicuri che sia buono: '9 settimane e mezzo'

Siamo sicuri che sia buono: '9 settimane e mezzo'

Televisione anti-eroe: 'Evil Genius', 'Killing Eve' e la nostra infatuazione per assassini e criminali

Televisione anti-eroe: 'Evil Genius', 'Killing Eve' e la nostra infatuazione per assassini e criminali

Chi è il più veloce e il più furioso in 'Fast & Furious'?

Chi è il più veloce e il più furioso in 'Fast & Furious'?

Una guida al menu esteso di Food TV di Netflix

Una guida al menu esteso di Food TV di Netflix

Il fuoco che ha forgiato Giannis Antetokounmpo

Il fuoco che ha forgiato Giannis Antetokounmpo

Perché continuiamo a tornare ad 'Amore e basket' 20 anni dopo?

Perché continuiamo a tornare ad 'Amore e basket' 20 anni dopo?

La irrispettosa Dunk Hall of Fame

La irrispettosa Dunk Hall of Fame

Il film 'Mortal Kombat' è un fedele adattamento, almeno da una prospettiva cruenta

Il film 'Mortal Kombat' è un fedele adattamento, almeno da una prospettiva cruenta

Come Bob Ley è diventato l'emittente più importante di ESPN

Come Bob Ley è diventato l'emittente più importante di ESPN

Un tuffo nel 'Joker' (SPOILER)

Un tuffo nel 'Joker' (SPOILER)

Quattro conclusioni dal rapporto sugli stipendi TV 2017

Quattro conclusioni dal rapporto sugli stipendi TV 2017

Il potere del fumo pop

Il potere del fumo pop

Lo storico lavoro del carro armato dei delfini, come spiegato dalle peggiori riproduzioni di ogni gruppo di posizione

Lo storico lavoro del carro armato dei delfini, come spiegato dalle peggiori riproduzioni di ogni gruppo di posizione

Un gioco della palla completamente nuovo

Un gioco della palla completamente nuovo

Perché ci è voluto così tanto tempo prima che la diagnosi di polmonite di Hillary Clinton fosse rivelata

Perché ci è voluto così tanto tempo prima che la diagnosi di polmonite di Hillary Clinton fosse rivelata

Questo è Bruschi. Inoltre, il capo allenatore dell'Arizona Jed Fisch.

Questo è Bruschi. Inoltre, il capo allenatore dell'Arizona Jed Fisch.

'John Wick: Capitolo 2' Con Bill Simmons, Sean Fennessey e Chris Ryan

'John Wick: Capitolo 2' Con Bill Simmons, Sean Fennessey e Chris Ryan

Non puoi rompere Sean Lee

Non puoi rompere Sean Lee

Se Barry Jenkins non può dare vita al franchising 'Il re leone', nessuno può

Se Barry Jenkins non può dare vita al franchising 'Il re leone', nessuno può

Un mondo di dolore: la classifica definitiva dei film dei fratelli Coen

Un mondo di dolore: la classifica definitiva dei film dei fratelli Coen

Cosa rivela il passato di Angela sul futuro di 'Watchmen'?

Cosa rivela il passato di Angela sul futuro di 'Watchmen'?

I vincitori e i perdenti dei Golden Globes 2019

I vincitori e i perdenti dei Golden Globes 2019

'Sig. Mayor' prende ingredienti da '30 Rock' e 'Parks and Recreation'

'Sig. Mayor' prende ingredienti da '30 Rock' e 'Parks and Recreation'

La carta Honus Wagner viene venduta per 6,6 milioni di dollari. Inoltre: reazioni eccessive iniziali della NFL e prospettive della MLB.

La carta Honus Wagner viene venduta per 6,6 milioni di dollari. Inoltre: reazioni eccessive iniziali della NFL e prospettive della MLB.

Notizie di Urban Meyer, le montagne russe di Rams e le domande sul sacco della posta

Notizie di Urban Meyer, le montagne russe di Rams e le domande sul sacco della posta

Il cucciolo di ippopotamo che ci ha fatto dimenticare Harambe

Il cucciolo di ippopotamo che ci ha fatto dimenticare Harambe

Rumormonger: il tuo tracker di scadenza commerciale NBA 2020

Rumormonger: il tuo tracker di scadenza commerciale NBA 2020

Il Double Doinker di Cody Parkey chiude una stagione di Doinks che ha sfidato ogni fisica e spiegazione

Il Double Doinker di Cody Parkey chiude una stagione di Doinks che ha sfidato ogni fisica e spiegazione